Esempio di applicazione (case study) sulla telepresenza

Dettagli del progetto

Cliente: Telepresenza dell'array

Applicazione: Videoconferenza e telepresenza

Technology: Ottimizzazione del sistema e dissipatori di calore BGA

Industria: Comunicazioni

Posizione: Ohio, Stati Uniti

Sfida

La videoconferenza sta diventando uno strumento sempre più popolare per comunicare e ha avuto un'evoluzione significativa negli ultimi anni. In passato, lo scopo della videoconferenza era semplicemente quello di "vedersi". La sfida che la telepresenza ha intrapreso è quella di creare un'esperienza che permetta di "essere sul posto". Ciò implica problematiche significative a livello di hardware e software per i team di ingegneri che devono rendere possibile questa esperienza rispettando budget e tempistiche.

Array Telepresence ha di recente immesso sul mercato Equal-i Technology, una tecnologia brevettata che consiste di algoritmi, telecamere e processori di immagine per il miglioramento delle immagini stesse. In questo modo si genera un ambiente immersivo migliorato con l'uso dei codec esistenti per la videoconferenza, a un costo contenuto. All'epoca si impegnarono nei servizi di Aavid, Thermal Division di Boyd Corporation, avevano completato la progettazione industriale, elettrica e meccanica del processore di immagine Equal-i 2S, ed erano in fase di test finale dei prototipi. Durante il collaudo gli ingegneri hanno scoperto che alcuni componenti fondamentali all'interno del dispositivo superavano la temperatura massima raccomandata.

Poiché la progettazione del dispositivo era stata completata e si era arrivati a una fase avanzata del progetto, Array era alla ricerca di soluzioni che potessero essere implementate facilmente, apportando solo dei cambiamenti minimi al progetto esistente. Array, in particolare, non voleva posticipare la data stabilita per la spedizione del prodotto.

Per risolvere il problema in modo veloce ed efficiente, Aavid è stata contattata per la revisione e il collaudo della soluzione termica.

Soluzione

Dopo le discussioni preliminari con Array e dopo aver compreso i loro obiettivi e le limitazioni insite nel progetto, Aavid ha proposto di utilizzare il proprio servizio Thermal Discovery ritenendolo il metodo più efficace per portare avanti il progetto.

Aavid, innanzitutto, ha configurato ed eseguito il collaudo termico per stabilire le temperature e il flusso d'aria all'interno dell'Equal-I 2 S. Per misurare le temperature di alloggiamento dei suoi componenti fondamentali e le temperature in entrata ed uscita, sono state utilizzate undici termocoppie. Aavid ha inoltre collaborato strettamente con Array per capire quali varianti potessero essere effettuate al progetto e al processo produttivo e, di conseguenza, raggiungere la soluzione ottimale.

I risultati iniziali dei test hanno condotto a cinque opzioni possibili che avrebbero comportato soltanto delle modifiche minime al sistema per rispettare i requisiti termici. Lo scenario migliore ha evidenziato un'ottimizzazione di almeno il 20% per tutti i componenti fondamentali. La valutazione di tutte le cinque varianti è stata completata nel giro di poche settimane per rispettare le rigide tempistiche. Il piano del progetto è stato rivisto in base agli ultimi risultati dei test effettuati per ottenere le migliorie termiche desiderate. Sono stati aggiunti cinque dissipatori di calore BGA ai chip più caldi e diaframmi per modellare il sistema del flusso d'aria in modo da ottenere il massimo raffreddamento possibile.

Il problema è stato risolto. Aavid è riuscita a risolvere i problemi termici del processore di immagini proponendo opzioni multiple che sfruttano prodotti di gestione termica standard.

Hai domande? Siamo pronti ad aiutarti!