Immagine

Abilita una maggiore durata dei prodotti

Metodo di raffreddamento efficiente senza parti mobili

Immagine

Ampia temperatura di esercizio

Ampia gamma di temperature operative: da -200°C a 250°C

Prestazioni convenienti

Quando è necessario un controllo preciso e affidabile della temperatura oltre alla reiezione del calore, in genere in applicazioni in cui le temperature possono influire negativamente sui componenti elettronici, i tubi di calore a conduttanza variabile possono essere una soluzione economica.

I tubi di calore a conduttanza variabile (VCHP) di Boyd controllano la variazione di temperatura dell'evaporatore alterando la quantità di area del condensatore disponibile. La riduzione delle temperature ambientali causa la riduzione della pressione di vapore del liquido di lavoro e l'aumento del volume del gas non condensabile (NCG) e conseguentemente anche la riduzione dell'area del condensatore. Queste caratteristiche rendono questa soluzione un metodo di raffreddamento efficace senza parti in movimento.

I tubi di calore a conduttanza variabile di Boyd funzionano in modo efficiente entro temperature ambiente comprese tra -5 ° C e 65 ° C e funzionano in combinazione con piastre di rame che possono essere sottili fino a 0,2 pollici. Sono compatibili con numerosi dissipatori di calore con tubi di calore (heat pipe).

Chiedi un preventivo

Immagine

Come funzionano i tubi di calore (heat pipe) a conduttanza variabile?

L'introduzione di una piccola massa di gas non condensabile (come mostrato nello schema sottostante) consente di trasformare la maggiore parte dei tubi di calore (heat pipe) in tubi di calore (heat pipe) a conduttanza variabile. Poiché il gas non condensabile viene spinto verso l'estremità del condensatore condensando il vapore del liquido di lavoro, blocca di conseguenza una parte del condensatore riducendo efficacemente la sua conduttanza. Se la temperatura ambiente aumenta, la riduzione della differenza tra la temperatura del condensatore e quella ambiente disponibile, la temperatura operativa del tubo di calore (heat pipe) aumenta. Ciò provoca l'aumento della pressione operativa o della pressione di saturazione del liquido di lavoro in corrispondenza del tubo di calore (heat pipe) e comprime il volume del gas non condensabile riducendolo. Ciò fa sì che l'area del condensatore disponibile per la condensazione del liquido di lavoro sia maggiore. In questo modo è possibile limitare l'aumento della temperatura operativa del tubo di calore e del componente montato sullo stesso, come accade con i tubi di calore (heat pipe) a conduttanza costante. Idealmente, la maggiore conduttanza del condensatore dovrebbe compensare l'aumento della temperatura ambiente, consentendo al tubo di calore (heat pipe) di lavorare a temperatura costante.

Il grado di controllo dipende dalla curva di saturazione del liquido di lavoro, dal setpoint della temperatura operativa desiderato, dagli intervalli della temperatura ambiente e del carico di calore, nonché dalla differenza tra il volume del gas e il volume dello spazio vapore all'interno del condensatore.

Hai domande? Siamo pronti ad aiutarti!